download

Parliamo di John Fante e del suo “Chiedi alla polvere”. Giovedì 15 giugno a Palazzo della Penna

Chiedi alla polvere, forse il romanzo più famoso di John Fante, ha strappato la vittoria per un soffio a La confraternita dell’uva. Ne parleremo, quindi, insieme a Mimmo Coletti, giovedì 15 giugno, alle ore 21, presso Palazzo della Penna. Pubblicato per la prima volta nel 1939, Chiedi alla polvere è uno dei primi romanzi dello scrittore[…]

images

Sarà “L’Avversario” di Carrère l’oggetto della discussione “Le ferite dell’anima nella Postmodernità”. Ne parliamo con Paola Bianchini martedì 29 novembre, alle ore 18.00.

L’Avversario di Emmanuel Carrère ha vinto la votazione di novembre. La discussione, dal titolo “Le ferite dell’anima nella Postmodernità”, si terrà martedì 29 novembre, alle ore 18.00, presso Palazzo della Penna, e verrà coordinata dalla dott.ssa Paola Bianchini, che ci guiderà lungo le pagine di una delle opere più note dell’autore francese. “L’AVVERSARIO” di Emmanuel Carrère «Il[…]

marika-piva-stendhal-250x250

“Il tono più individuale che la letteratura conosca”. Discutiamo de “La Certosa di Parma” di Stendhal martedì 25 ottobre a Palazzo della Penna

La Certosa di Parma ha vinto la prima votazione della stagione. Nel corso della discussione, che si terrà martedì 25 ottobre, alle ore 21.00, presso Palazzo della Penna, sarà la prof.ssa Marika Piva, docente dell’Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari, a guidarci lungo le pagine di uno dei romanzi storici più[…]

download

“Di là dal fiume e tra gli alberi” di Ernest Hemingway verrà discusso martedì 27 ottobre

«Non si dovrebbe mai desiderare troppo» disse il colonnello. «Perché si rischia sempre di ottenere quel che si desidera.» Sarà la professoressa Marina Gradoli a moderare la prima discussione della stagione che verterà su Di là dal fiume e tra gli alberi di Ernest Hemingway. Interverrà anche Mario Coletti. Coordina il dibattito, Mimmo Coletti La conversazione[…]

Federico Rampini, Il secolo cinese

Federico Rampini, attraverso una collezione di storie di vita quotidiana, ritratti di nuovi potenti e uomini comuni, racconti di viaggio in città come Shanghai, Hangzhou e Hong Kong, ci apre le porte della nuova superpotenza. Ne percorre le rotte più remote, dai villaggi contadini ai margini dello sviluppo, ai luoghi in cui si stanno compiendo[…]

Salvatore Settis, Italia SPA

Nato come reazione ai tentativi del governo Berlusconi di svendere il patrimonio culturale pubblico, di ridurre il livello della tutela e di privatizzare i musei, questo libro di battaglia ha proposto una riflessione sul ruolo del patrimonio culturale e paesaggistico nella Costituzione, nell’identità e nella storia nazionale, e ha trovato vasta eco nell’opinione pubblica. Esaminando[…]

Giampaolo Pansa, Il sangue dei vinti

Un clamoroso successo editoriale, un libro che ha scatenato polemiche, dibattiti e riflessioni su un tema ancor oggi scottante: la resa dei conti imposta dopo il 25 aprile 1945 ai fascisti sconfitti. Un argomento proibito per la gran parte della storiografia dei vincitori, che Giampaolo Pansa affronta come nessuno ha mai fatto. Aiutato da una[…]

Oriana Fallaci, La rabbia e l’orgoglio

Con La Rabbia e l’Orgoglio (2001), Oriana Fallaci rompe un silenzio durato dieci anni, dalla pubblicazione di Insciallah, epico romanzo sulla missione occidentale di pace nella Beirut dilaniata dallo scontro tra cristiani e musulmani e dalle faide con Israele. Dieci anni in cui la Fallaci sceglie di vivere ritirata nella sua casa newyorchese, come in[…]

Sergio Rizzo/Gian Antonio Stella, La casta

Così i politici italiani sono diventati intoccabili Che futuro ha un Paese dove la fame di poltrone ha spinto a inventare le comunità montane al livello del mare? Dove il Quirinale spende il quadruplo di Buckingham Palace? Dove una “lasagnetta al ragù bianco e scamorza” dello chef del Senato costa la metà di una pastasciutta[…]

Roberto Saviano, Gomorra

Un’opera letteraria anomala, una riuscita fusione tra romanzo e reportage giornalistico che è anche una sorprendente testimonianza di coraggio civile. Roberto Saviano ricostruisce un quadro a tinte forti del “Sistema” camorristico e del suo immane potere: con i suoi uomini, le sue strutture gerarchiche, gli affari, le vittime, le guerre feroci, la cultura, i miti,[…]