Jennifer Egan, La fortezza


Danny, 35 anni, newyorkese d’adozione, drogato di Internet e di Public Relations ma senza un impiego degno di tal nome, si ritrova, grazie a un invito inaspettato, in un castello medievale dell’Europa Centrale, che suo cugino Howard ha comprato e vuole ristrutturare per farne un resort di lusso dedicato al silenzio e alla meditazione: l’invito ha forse a che fare con il traumatico passato che lega i due? Il senso di spaesamento e minaccia che Danny prova è frutto di paranoia o il castello, fra i suoi intricati corridoi e i bizzarri personaggi che lo abitano, nasconde davvero un mistero? E ancora: chi è il narratore che sta scrivendo questa storia, perché è detenuto in un carcere di massima sicurezza, quale rapporto ha con i due cugini? Un classico romanzo «gotico», nelle mani geniali di Jennifer Egan, diventa un affascinante gioco letterario e una riflessione sul reale e il virtuale nella società contemporanea; ma al tempo stesso, fra atmosfere da ghost story e sorprendenti colpi di scena, non smette di tenere il lettore col fiato sospeso fino all’ultima pagina.

Jennifer Egan nasce a Chicago nel 1962 e risiede attualmente a San Francisco. È autrice di una raccolta di racconti e di quatro romanzi, fra cui Guardami (minimum fax 2012) e Il tempo è un bastardo (minimum fax 2011), con cui ha vinto il Premio Pulitzer per la Letteratura e il National Book Critics Circle Award.

“Jennifer Egan è una scrittrice di straordinaria intelligenza la cui gioia nel far propri e sovvertire i generi e i cliché – dalle memorie carcerarie al romanzo gotico di fantasmi – è evidente in ognuna di queste pagine cariche di strabiliante inventiva.”
The Washington Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 + = sedici