Addio alle armi di Ernest Hemingway


Pubblicato nel 1929, Addio alle armi è il romanzo in cui Ernest Hemingway ricorda la sua esperienza in Italia durante la prima guerra mondiale come conducente di ambulanza per il Regio Esercito.

È il 1917. Frederic Henry, figlio di un diplomatico americano, presta servizio come conducente di ambulanza nei reparti sanitari dell’esercito italiano. Qui conoscerà Catherine Barkley, un’infermiera inglese, e se ne innamora, ricambiato. Quando Frederic viene ferito e ricoverato a Milano, la donna lo assiste e in seguito trascorreranno la convalescenza in Svizzera. L’estate che passano insieme, lontano dagli orrori della guerra, è piena di felicità. In autunno Catherine è incinta. Frederic deve tornare al fronte e si troverà coinvolto nella disfatta italiana a Caporetto. Staccatosi dall’esercito, Frederic fugge e cerca di raggiungere la Svizzera insieme a Catherine, mentre la polizia militare lo cerca in quanto disertore. Giunti in Svizzera, Catherine morirà con il bambino dopo il parto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − = tre